Workshop “King Content” – Come usare il content marketing per aumentare i propri clienti.

kingcontentwidget

Settimana scorsa ho anticipato che stavo organizzando un workshop per professionisti e aziende su come aumentare la base clienti e posizionarsi davanti ai competitor facendo leva sui contenuti web.

Come ho scritto più volte qui su Heroico, sono sempre di più le aziende e le startup che pongono i contenuti al centro della propria strategia di marketing.

Da oggi sono aperte le iscrizione al workshop “King Content”. Un workshop di un’intera giornata dove spiegherò come definire i propri lettori e come pianificare e organizzare i contenuti da pubblicare. Vedremo casi studio di successo e insuccesso e capiremo cosa va fatto e cosa è meglio evitare.

Il workshop si terrà in vari sedi di Talent Garden in giro per l’Italia.

Se vuoi maggiori informazioni e sei interessato a partecipare puoi accedere andando a questa pagina.

Sicuri che il passaparola sia sufficiente?

pablo (10)
Ditemi se vi è familiare: avete una vostra startup oppure siete freelance e avete un’attività di consulenza. Sicuramente vi piace quello che fate ma non vi entrano abbastanza progetti o clienti o per lo meno non con la continuità che vorreste.

Nell’ultimo post ho condiviso alcuni errori da evitare quando si vuole lanciare la propria startup.

Il seguito di quel post sarebbe stato una lista di tutte le cose che invece abbiamo fatto nel modo corretto sia con The Hub che con Creonomy.

Ma (fortunatamente) stava diventando un pò lunga e quindi con il post di oggi ho deciso di affrontare solo uno degli argomenti possibili ovvero come creare una community attorno al proprio prodotto o servizio e, di conseguenza, come aumentare i propri clienti.

Questo è un post pensato per tutti coloro che hanno un’attività che dipende dalla generazione di nuovi lead o dall’acquisizione continua di nuovi utenti. Sto pensando in particolare a startup, agenzie o freelance/consulenti.

[Read more…]

14 mosse da evitare per non uccidere la propria startup

pablo (9)

Questo post è nato in modo strano. Non l’avevo pianificato e non pensavo di scriverlo e alla fine è il post più lungo che abbia mai scritto.

E’ nato da una semplice osservazione: negli ultimi post ho spiegato principalmente come usare i contenuti per raccontare la propria azienda sul web e come generarne continuamente di nuovi.

Bene, ma poi vengo contattato da persone che non necessariamente hanno bisogno di sapere come gestire i propri contenuti ma piuttusto vogliono sapere come, anzitutto, lanciare un proprio progetto on-line o come migliorare una startup già lanciata.

[Read more…]

50 risorse di marketing per far crescere la vostra startup

pablo

Nell’ ultimo post avevo parlato di come trattenere gli utenti che arrivano al vostro sito. Le tattiche descritte possono veramente fare la differenza tra una startup di successo e una startup che cresce di pochi utenti alla settimana.

Ma molto spesso queste tattiche non vengono implementate per mancanza di tempo e infatti uno dei commenti che sento più di frequente è “Si, sappiamo cosa fare ma non abbiamo tempo”.

Ho quindi compilato una lista di strumenti, risorse, letture con lo scopo di far risparmiare tempo e ottenere i primi risultati per tutti coloro che, all’interno di una startup, si occupano di marketing.

[Read more…]

Come non perdere gli utenti che arrivano al tuo sito: esempi e strumenti.

funnel

E’ frustrante continuare a guardare Google Analytics e non capire perchè i nostri utenti non fanno determinate azioni.

Nel primo post sul growth hacking, ho fatto una veloce introduzione sul tema, cercando di spiegare cosa sia e fornendo esempi e strumenti da utilizzare.

In questa seconda parte cerchiamo di capirne di più: parleremo del percorso che fanno i visitatori al vostro sito, quali sono le tattiche da usare nelle diverse fasi e, come sempre ci saranno un bel pò di esempi.

Iniziamo…

Portare a spasso gli utenti

Uno dei modi migliori per capire i vostri utenti è analizzarli attraverso la lente del “funnel” o imbuto.
Il funnel, o “imbuto”, rappresenta gli step attraversati dai visitatori da quando arrivano al vostro sito a quando completano un determinato goal (e diventano utenti).

E’ ormai prassi consolidata suddividere il funnel nelle seguenti fasi: acquisizione, attivazione, retention, referral, revenue/ricavo (si, lo so che alcune parole sono in italiano e altre in inglese, ma non sto scrivendo questo post per vincere il Pulitzer…).

Queste sono le fasi maggiormente utilizzate ma è ovvio che dipendano molto dal tipo di prodotto e non siano applicabili al 100% a qualsiasi servizio, senza distinzioni. Un social network ha fasi diverse rispetto ad una app iPhone che a sua volta sarà diversa da un e-commerce di abbigliamento.

 

[Read more…]